Tornano i Maxi Incentivi a Spese dei Consumatori e del Paesaggio

di Rosa Filippini

Ministero dello Sviluppo schizofrenico: con un decreto “spalma” gli incentivi già attribuiti al fine di ridurre le bollette, con un altro vorrebbe distribuirne di nuovi rialzando le bollette oltre ogni limite già stabilito.


Ci risiamo: sembra che anche questo governo non riesca a resistere al fascino della lobby eolica e si appresti a dare ancora altri soldi agli impianti di rinnovabili elettriche  a spese delle nostre bollette e del paesaggio italiano. E’ il viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, ad annunciare un provvedimento “tampone” per ridefinire il tetto di 5,8 miliardi di euro destinati dal decreto 6 luglio 2012 agli incentivi alle fonti rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico.

I soldi facili dei mercanti d'aria

da Repubblica del 17/11/2014

di Mario Pirani

Ci risiamo. Sembra che anche questo governo, che pur sembrava animato da propositi risanatori, si pronto a piegarsi alle richieste di nuovi incentivi da parte delle lobby eoliche...

Scarica l'aricolo in pdf 

  • banner_astrolabio2_2020.png

Tweet

Amici della Terra

RT @UNEP: To reach the #ParisAgreement 1.5˚C target, we must reduce methane emissions in 3 sectors: 🛢️Fossil Fuels: 60% 🗑️Waste: 30-35% 🌾…

Amici della Terra

RT @ManishBapnaWRI: New Global Methane Assessment shows that drastic cuts in methane emissions are needed to reduce the rate of global warm…

Amici della Terra

RT @fbirol: Demand for critical minerals is set to soar as the world pursues net zero goals, our new @IEA report shows. The energy sector’…

Amici della Terra

RT @edilportale: Ecco le proposte per il #RecoveryPlan e gli obiettivi 2030-2050 dello European Green Deal, presentate dal Tavolo di Filier…

 
  • copertina libro small

La raccolta degli scritti più significativi dell’esperienza ambientalista di Mario Signorino consente di ripercorrere oltre 40 anni di storia degli Amici della Terra, una delle prime associazioni ecologiste italiane, protagonista di una stagione di battaglie e di conquiste epocali, dall’opposizione al nucleare al completamento del sistema di governo dell’ambiente in Italia. Il filo conduttore della storia è la lotta per l’affermazione di una politica riformista per l’ambiente capace di superare gli storici divari del Paese e di realizzare davvero uno sviluppo sostenibile responsabile verso il pianeta, i suoi abitanti e il suo futuro.

 

Info e vendita